Il principio attivo diventa super attivo

Fra gli anni ottanta e novanta sono apparsi sul mercato dispositivi topici a rilascio di farmaci, nei quali il principio attivo perdeva la propria efficacia in poche ore,ciò era dovuto principalmente alla impossibilità da parte dello scaffold di rilasciare il farmaco in maniera controllata inoltre, una volta applicato, il prodotto si disperdeva velocemente. Il metronidazolo viene convertito dai microrganismi bersaglio nella sua forma attiva, che legandosi stabilmente al DNA ne distrugge la struttura inibendo così la replicazione. La conseguenza finale è la morte dei batteri. Per esplicare il proprio effetto terapeutico un principio attivo deve essere disponibile in una certa dose per un dato tempo in uno specifico posto. Pertanto sistemi per il rilascio controllato in grado di soddisfare questi requisiti devono essere opportunamente progettati così che il principio attivo possa essere ceduto in maniera mirata solo nel sito d’azione .Nella preparazione Aevizol®, la modalita’ di rilascio dipende dalle caratteristiche tecnologiche della propria formulazione (targeting o direzionamento).Il metronidazolo di Aevizol® presente sotto forma di particelle solide sospese, viene ceduto per dissoluzione attraverso la propria membrana dall’interno verso l’esterno con la susseguente dispersione . Il “sistema” Aevizol® è idrofilo e necessita della presenza in sito della componente acquosa dei fluidi biologici.

Le modalità di rilascio di Aevizol® Idrogel sono date dalle proprie caratteristiche tecnologiche di formulazione. I vantaggi di tale sistema sono:

  • Mantenimento del principio attivo a livelli terapeuticamente utili.
  • Eliminazione degli effetti collaterali.
  • Una sola applicazione e aumento della compliance del paziente.

Perchè Aevizol utilizza il metronidazolo?

Il metronidazolo è un antibiotico che agisce principalmente sui batteri anaerobiotici Gram- i protozoi ed è antifungino . Entra nelle pareti cellulari batteriche e rompe il DNA inibendo la sua sintesi. Ha quindi un’effetto specifico sugli agenti patogeni che causano la malattia .Studi clinici hanno evidenziato  che il metronidazolo è attivo anche contro i bacilli resistenti a moltissimi farmaci, come i Bacteroides e i Gram positivi quali i Clostridi. È molto utilizzato in medicina. Pur essendo presenti con un basso numero, i ceppi batterici anaerobici condizionano in maniera importante la malattia. I presidi atti a eliminare il biofilm da soli, non sono sufficienti a sopprimere il livello batterico restante in situ . Il metronidazolo reso solubile in acqua, viene veicolato attraverso lo speciale carrier Idrogel di Aevizol® in modo costante, con una concentrazione ottimale e senza interruzioni per il tempo sufficiente affinchè questo esplichi  la propria azione terapeutica. Non sono stati evidenziati casi di intolleranza al farmaco o di resistenza batterica in quanto il metronidazolo contenuto in Aevizol® agisce localmente senza alcuna implicazione sistemica. Il principio attivo in Aevizol® è presente con una concentrazione del 25%.

GALENICO-OFFICINALE Legge n.94 del 08/04 1998